Laghi Silani

Sorry, your browser doesn't support Java(tm).

A partire dal 1920, in Sila, sono stati creati dei laghi artificiali che si sono perfettamente integrati nel contesto ambientale circostante. Nati per lo sfruttamento idroelettrico dei corsi d'acqua silani, questi invasi, hanno finito per acquisire una notevole valenza turistica.
I laghi artificiali più importanti della Sila sono l'Ampollino, l'Arvo ed il Cecita. 
Il lago Ampollino, nato nel 1926, raccoglie le acque del fiume omonimo. E' circondato dai monti: Scorciavuoi, Gariglione, Zingomarro e Monte Nero. Si trova a 12 Km. da S. Giovanni in Fiore e 19 Km. da Cotronei. Sul lago sono nati i villaggi turistici Trepidò, Palumbosila, Belcastro e Lopez. La diga che forma il lago è alta circa 39 metri, si trova a 1.271 metri s.l.m. e può raccogliere circa 68 milioni di mc. d'acqua. 
La diga del lago Arvo, costruita a 1.278 metri s.l.m. dopo quella del Lago Ampollino, è alta circa 35 metri e può raccogliere 84 milioni di mc. d'acqua. Il lago, alimentato dalle acque del fiume omonimo, si trova in Sila Grande in mezzo alle due montagne più alte dell'Altopiano: Monte Botte Donato e Monte Nero. Intorno al bacino sono sorti numerosi villaggi, il più importante dei quali è la località turistica di Lorica. 
Il Lago Cecita fu l'ultimo dei tre grandi laghi silani ad essere invasato. La sua diga, ultimata nel 1951, è alta 55 metri. Si trova a 1.143 metri s.l.m. e può contenere 121 milioni di mc. d'acqua. Il lago si trova in Sila Grande tra Camigliatello e Longobucco. Vicino al lago, in località Cupone, è sorto uno dei due centri visitatori del Parco Nazionale della Sila. 
Oltre ai laghi che abbiamo descritto, in Sila, sono stati creati altri invasi minori. Sono il Lago di Ariamacina, ai piedi del Monte Volpintesta, vicino il Lago Cecita; il Lago Volturino, ai piedi del Monte Carrumango, vicino il Villaggio Silvana Mansio; il Lago Savuto vicino Bocca di Piazza e il Serbatoio del Passante vicino il Villaggio Mancuso.

Poni il puntatore mouse su una foto per ingrandirla e leggerne la didascalia

Pagine Correlate