I Giganti della Sila – bene FAI

Tutto sul bosco secolare di pini laricio della riserva biogenetica del Fallistro a Croce di Magara in provincia di Cosenza conosciuto come i “Giganti della Sila”.

Cosa vedere nella riserva dei “Giganti della Sila”

I Giganti della Sila sono una delle attrazioni naturalistiche più popolari della Calabria. Si tratta di un bosco monumentale che ospita alberi di pino laricio (pino nero di Calabria) vecchi di 350 anni, alti fino a 45 metri, con tronchi larghi circa 2 metri. La riserva si trova ad una quota media di 1420 m s.l.m. nel cuore del Parco Nazionale della Sila ed è stata istituita con Decreto Ministeriale n. 426 del 21 luglio 1987. Osservando questi alberi imponenti si capisce il perché i romani li utilizzassero per costruire le loro navi. Oltre ai pini, soprattutto nel viale che porta alla riserva, si incontrano esemplari, ugualmente maestosi, di acero montano. Visitando questa riserva naturale si comprende come era l’antica selva brutia, l’impenetrabile foresta  decantata da Virgilio, Strabone e Plinio.  Il regno dei lupi e dei Bretti, il luogo dove gli spartani si recavano per allenarsi alla guerra e dove l’atleta più grande della storia, Milone, fu divorato dai lupi. Quello che in tempi più recenti fu definito “Gran Bosco d’Italia”.  Lungo il percorso di visita si incontrano degli alberi morti. Non vengono rimossi perché hanno un’importante funzione biologica: garantiscono la sopravvivenza di insetti e avifauna.

accesso alla riserva "Giganti della Sila
Viale di accesso alla riserva dei “Giganti della Sila”

Oltre ai pini è possibile osservare, durante la visita alla riserva, le piante del sottobosco. Sono presenti erbe officinali e piante tipiche dell’altopiano silano come le felci. Se si è fortunati, è possibile avvistare esemplari della fauna silana come il caratteristico scoiattolo nero meridionale o il picchio  verde o il rarissimo picchio rosso che vengono attratti dalle larve che colonizzano i tronchi di albero morti. I pini sono degli alberi sempreverdi ma intorno alla riserva del Fallistro, che si trova nel cuore della foresta della Sila Grande,  ci sono altri boschi di alberi con foglie caduche che in autunno offrono affascinanti spettacoli di foliage.

La storia dei Giganti della Sila

Casino Mollo della famiglia proprietaria della riserva adesso affidata alla FAI

I Giganti della Sila  sono un antico bosco di pini neri calabresi piantati nel 17 ° secolo dalla famiglia baronale Mollo, proprietari della vicina fattoria. Il bosco è stato donata dalla famiglia al FAI nel 2016 che lo gestisce permettendone la fruizione al pubblico amante della natura. Dai tempi dei Bruzi i pini silani venivano utilizzati per estrarre una resina nota in antichità come pece bruzia, impiegata per scopi medicinali e per impermeabilizzare le navi. La pece si estraeva incidendo i tronchi e aspettando la sua colata in un contenitore posto più in basso. Attualmente gli alberi secolari del Fallistro vengono conservati in questa riserva naturale destinata allo studio, alla ricerca e alla conservazione genetica del Pino laricio, testimonianza dell’antico paesaggio silano. 

Come arrivare alla riserva dei Giganti della Sila

La riserva dei Giganti del Fallistro si trova in località Croce di Magara nel comune di Spezzano della Sila. Non è distante da Camigliatello Silano ed è compresa  nel Parco Nazionale della Sila. Per arrivare si segue la strada a scorrimento veloce n. 107 partendo da Cosenza o da Crotone fino all’uscita di Camigliatello Silano. A questo punto si imbocca il vecchio tracciato della SS 107 in direzione Croce di Magara percorrendola qualche chilometro fino ad arrivare a questa località. La Riserva Naturale si trova a poche centinaia di metri dal bivio di Croce di Magara basta seguire le indicazioni stradali. I laghi Cecita e Ariamacina e  il Centro Visite del Parco, in località Cupone, non sono molto distanti. Vicini sono i centri turistici di Camigliatello Silano e Silvana Mansio nonché il centro urbano di San Giovanni in Fiore dove è possibile visitare la notissima Abbazia Florense.

Visita alla Riserva Naturale del Fallistro

La visita ai Giganti della Sila dura approssimativamente un’ora. Durante l’orario di apertura della struttura, ad ogni ora inizia  una visita guidata. Il percorso è accessibile agli utenti su sedia a rotelle e anche ai passeggini. Sono ammessi gli animali di servizio. Durante la visita si consiglia di indossare scarpe comode per camminare in campagna. Si ricorda che la struttura è chiusa durante l’inverno. E’ possibile acquistare online il biglietto cliccando sul seguente link:

Percorso guidato ai Giganti della Sila

acquista il biglietto online